skip to Main Content
Buon 95° Compleanno Saul Bass, Genio Del Graphic Design!

Buon 95° compleanno Saul Bass, genio del Graphic Design!

(English text below)

Io sono un architetto con una grande passione per la comunicazione intelligente: Fotografia, video, musica, grafica e ovviamente l’Architettura che considero la più completa espressione tangibile di comunicazione. Anche la pubblicità è una grande forma di comunicazione (quando è fatta bene, si intende), la persona che vi voglio presentare oggi è partita dal mondo della pubblicità ma il suo spropositato talento lo ha proiettato nel mondo del cinema, dietro la cinepresa, diventando un punto di riferimento per i grafici anche oggi.

Oggi avrebbe compiuto 95 anni. Il suo nome era Saul Bass

foto in bianco e nero di Saul Bass in New York

Saul Bass

A molti di voi questo nome potrebbe non dire nulla, ma se ci pensate bene sono certo che guardando le sue opere vi sembreranno in qualche modo familiari.
Sì perché il signor Bass ha lavorato per oltre 40 anni nella comunicazione grafica in quasi ogni ambito. Iniziò a 22 anni come disegnatore pubblicitario e nel 1942 il regista Otto Preminger rimane talmente colpito dal poster per il film Carmen Jones da commissionargli anche la sequenza dei titoli di apertura.

“Il Design é pensiero reso visibile.”
Saul Bass

Ma lo stile di Bass si rivela nei titoli di testa del film The man with the golden armColori saturi, linee che tagliano lo schermo e ti si stampano nel cervello, i testi non appaiono e scompaiono semplicemente, danzano al ritmo della colonna sonora. I titoli di apertura sono diventati parte integrante dei film, basti pensare quando questo film uscì nelle sale sui contenitori delle pellicola c’era attaccato un biglietto che avvisava il proiettore “Aprire le tende prima dei titoli” (di solito lo schermo veniva svelato dopo).

la scena della doccia di Psycho:
chi la girò veramente?

La precisione narrativa dei suoi storyboard (le rappresentazioni grafiche della sceneggiature che i registi utilizzano per farsi un’idea più chiara delle riprese da fare) era tale che ancora oggi non è chiaro se la celebre scena della doccia in Psycho venne girata da Hitchcock o da Bass.
E non dimentichiamoci delle decine di loghi che questo geniaccio ha creato, molti dei quali sono utilizzati ancora oggi.

“Lavoro?E’ solo un gioco serio!”
Saul Bass

Un ingegno il suo che ha fatto scuola: un esempio su tutti sono i titoli di testa del film “Prova a prendermi” con Leonardo di Caprio, non si può negare si ispirino agli insegnamenti di Bass Senza contare i tanti designer che hanno voluto a loro modo celebrare la figura di questo maestro rivisitando in “Salsa Saul” le locandine di film più attuali. Qui sotto potete trovarne alcune anche se sarei quasi tentato dal dissuadervi a guardarle perché una volta iniziato difficilmente riuscirete a staccarvi dallo schermo del vostro computer.

A questo punto, come probabilmente avrebbe preferito lui, lascio che a parlare siano le immagini. Gustatevele ma lasciate un pò di spazio per il “dolce”: La sigla della serie tv “Game Of Thrones” rivisitata da Milan R.Vuckovic

Siete rimasti folgorati da Saul Bass? Fateci sapere quale sua opera vi ha colpito di più! E se avete ancora un certo appetito per la grafica e lo stile di Saul andate a leggere (o rileggere) il post “THE 60’S: ALIVE AND KICKING“, scoprirete altri interessanti personaggi!

A presto!


English text

I am an architect with a fond interest for smart communication: photography, videoclips, music, graphic design and of course Architecture, which I consider the most practical and tangible essence of communication. I also consider advertising a great form of communication (when it’s perfectly done, of course) and the person I’d like to introduce you today started his career in advertising but his huge talent brought him quickly behind the camera, becoming a reference point for graphic design even nowadays.
He would have been turned 95 today, is name was SAUL BASS.

Maybe this name doesn’t sound familiar to you but maybe some of his creations does, you could have seen them in some movies.
That’s right, because mr. Bass has been working more than 40 years in several branches of communication design field. He started at the age of 22 as graphic designer when the movie director OTTO PREMINGER was so fascinated be the movie poster of Carmen Jones to ask Saul to work on the opening title sequence.

“DESIGN IS THINKING MADE VISUAL.”
SAUL BASS

But the Bass’ style became clearer in the opening sequence of “The man with the golden arm“. Saturated colors, sharp lines that stick in your mind. The texts aren’t just appearing and disappearing, they dance by the soundtrack’s rhythm. Just think that when the movie came out in the cinemas a note on the movie’s cans was saying “Open the curtains before titles” (since then the curtains were going to be opened after the title sequence).

His storyboards were so detailed and precise that even today people are arguing if the famous shower scene in Psycho has been directed by Alfred Hitchcock or Saul Bass.
Not to mention the dozens of famous logos the this genius created, most of it are still in use as they were created by Bass.

“WORK?IT’S JUST SERIOUS PLAY!”
SAUL BASS

His genius is still a reference for graphic designers nowadays: just think about the movie “Catch me if you can” with Leonardo di Caprio, you can’t deny the opening sequence is making a bow to the Old Saul, and do not forget other graphic designers that decided to pay homage to him by revisiting with “Saul Sauce” the posters of several modern movies.

Well then, as he probably would have liked, I stop to write and I leave the images tell you the rest of the story. Enjoy it and if you are a fan of “Game of Thrones” you will also love the opening title sequence revised in Bass’ Style by Milan R.Vuckovic

Back To Top